“La querelle tra due visioni di gestione del problema rifiuti non deve trascendere in polemica. Il governo Lombardo fece la scelta di puntare su un piano rifiuti ambientalista che metteva al centro del sistema la raccolta differenziata dei rifiuti . Era semplicemente quello che facevano in quel momento e fanno tutti i paesi civili. Fu una scelta politica condivisa dall’intero governo regionale che , sostituendo la precedente, decise di non puntare sui termovalorizzatori che peraltro apparivano in quel momento sovradimensionati rispetto al fabbisogno dell’isola”. Interviene così il capogruppo dei popolari e autonomisti, Carmelo Pullara , sulle recenti dichiarazioni dell’ex presidente della regione Totó Cuffaro . “ Non posso che condividere ciò che ha affermato il collega On. Compagnone- continua Pullara – e quanto risulti ancora oggi di grande attualità quella scelta di puntare sulla differenziata che , se portata ai livelli delle altre città europee , porterebbe la Sicilia fuori dall’emergenza rifiuti così come anche sta facendo oggi il governo Musumeci “.